RILEVAZIONE LIVELLO DI TRATTAMENTO CORONA

RILEVAZIONE LIVELLO DI TRATTAMENTO CORONA

Data di revisione: 12 settembre 2011

Per la rilevazione del livello di trattamento corona applicato ai film, Mag data Spa consiglia l’utilizzo dei liquidi di controllo della Ferrarini & Benelli denominati TEST INK. Il produttore certifica che i valori di dyne/cm sono esattamente corrispondenti alla miscelazione di Formammide e Cellosolve effettuata secondo la procedura ASTM D 2578-84. Tale certificazione è suffragata da controlli a campionamento effettuati utilizzando uno strumento di classe superiore chiamato “misuratore dell’angolo di contatto”.

DEFINIZIONI

Bagnabilità: capacità di un liquido di stendersi completamente su una superficie piana e orizzontale di un solido. Essa si misura in dyne/cm.

Angolo di contatto: angolo che si forma sulla linea che delimita la superficie di adesione tra una goccia di liquido ed un solido.

Si ha una completa bagnabilità quando l’angolo di contatto si approssima a 0° ed il liquido risulta completamente disteso; si ha invece una scarsa bagnabilità quando l’angolo di contatto si approssima a 180° ed il liquido si divide in goccioline.

Il metodo prevede quindi l’utilizzo di liquidi a valore di bagnabilità noti, cercando la miscela che si trova al limite della formazione delle gocce, indicatore del valore reale di trattamento.

Angolo di contatto che tende a 180° – Angolo di contatto che tende a 0°

PROCEDIMENTO

Per rilevare il livello del trattamento corona, si stende con l’apposito pennellino un sottile strato di liquido fino a formare una striscia di circa 5 – 7cm dalla parte trattata del film. A questo punto si misura il tempo impiegato dal liquido per dividersi in goccioline. Se lo strato della superficie del liquido non si è ancora modificato dopo due secondi, vuol dire che la bagnabilità del campione è superiore al valore del liquido utilizzato. Per determinare l’esatto valore di bagnabilità bisogna utilizzare una soluzione di valore superiore finché essa non rimanga stesa per due secondi. In questo caso la bagnabilità del film corrisponde al valore indicato dal liquido utilizzato per il test. Al contrario, se il liquido si divide in goccioline in meno di due secondi, bisogna utilizzare uno di valore inferiore.

ATTENZIONE: tutte le prove devono essere eseguite ricorrendo a campioni vergini, cioè non provati precedentemente. La precisione della rilevazione, sotto l’esecuzione di un operatore esperto, può arrivare a ±0.5dyne/cm. Si suggerisce infine di eseguire la prova in condizioni ambientali pari a 23° ± 2°C e Umidità relativa a circa 50% ± 5%.

AVVERTENZE

I liquidi per la prova contengono elementi chimici che attaccano la pelle, perciò è necessario evitare ogni contatto diretto e proteggersi gli occhi. Tenere sempre chiuso il contenitore poiché l’evaporazione del Cellosolve (uno dei componenti) modifica la composizione della miscela.

CONSERVAZIONE

Si consiglia di conservare il prodotto lontano da fonti di calore e protetto dalla luce diretta del sole. L’ideale è tenere i flaconi all’interno del loro astuccio in un posto ventilato. Si raccomanda inoltre di richiudere il flacone subito dopo la spennellata.

SCADENZA

La data di scadenza dei liquidi non è facilmente quantificabile poiché dipende da quanto si lasciano aperti all’aria i flaconi. E’ comunque consigliabile una sostituzione dei Test Ink ogni sei mesi per garantire una perfetta misurazione.

NOTA: i valori di dyne/cm indicati sul contenitore sono esattamente corrispondenti alla miscelazione di Formammide e Cellosolve effettuata secondo la procedura ASTM D 2578-84. Tale certificazione è suffragata da controlli a campionamento effettuati utilizzando uno strumento di classe superiore chiamato “misuratore dell’angolo di contatto”.

FONTE: Ferrarini & Benelli.