magdata

Controllo asciugatura inchiostri

Data di revisione: 27 marzo  2013

Prima di procedere con la plastificazione del foglio stampato è necessario verificare lo stato di asciugatura degli inchiostri utilizzati. Tale accortezza è molto importante al fine di ottenere una buona adesione del film sulla carta. Infatti, la plastificazione di fogli stampati con inchiostri non ancora perfettamente asciutti è causa frequente di delaminazioni. Questo fenomeno sarà maggiormente riscontrabile in corrispondenza delle zone di cordonatura o altri generi di pressioni meccaniche. Infatti, l’adesivo del film, non potendosi “aggrappare” su uno strato stabile e perfettamente reticolato, mostrerà una diminuita forza di adesione carta-film.

E’ quindi tassativo rispettare i tempi di asciugatura degli inchiostri, ponendo particolare attenzione nel caso in cui i fogli siano stati stampati con alte coprenze, alta densità (vi è molto inchiostro), colori scuri, inchiostri metallizzati.
Vi è inoltre il caso in cui i fogli presentano un primer sulla superficie. In quest’ultimo caso si dovrà verificare che i fogli siano idonei alla plastificazione.

PROCEDIMENTO

Dato che la stampa può presentarsi solo all’apparenza asciutta (mentre gli strati più interni degli inchiostri usati possono ancora non essere perfettamente reticolati), è necessario adoperare un metodo più severo rispetto al semplice controllo per strofinamento.

Viene quindi suggerito di munirsi di: RAGIA MINERALE (o acquaragia) e spennellare piccole porzioni di alcuni fogli stampati presi a caso dalla pila. Se l’inchiostro è perfettamente asciutto non dovrebbero evidenziarsi strisciate di colore. In caso contrario è necessario attendere altro tempo prima di procedere con la plastificazione.

Si rammenta che la RAGIA MINERALE è un prodotto irritante e infiammabile, si consiglia di consultare la scheda di sicurezza fornita dal produttore.

MAG DATA SpA

Stefano Galderisi